PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 13
ScarsoOttimo 
Mercoledì 06 Aprile 2011 10:29

Spese Rifacimento Balconi

Il Parere dell'Avvocato

Un cliente, nella sua qualità di condomino e proprietario di un appartamento sito all’ultimo piano di un Condominio, mi ha incaricata di esprimere un parere in relazione alla ripartizione delle spese per il rifacimento dei balconi, scaturita dalla vicenda di seguito descritta.

 

Il cliente è proprietario di un balcone verandato posto all’ultimo piano, Tizio proprietario dell’appartamento sottostante ha lamentato infiltrazioni nel proprio balcone verandato.

 

A seguito di sopralluogo, il cliente ha provveduto al rifacimento totale dell’impermeabilizzazione del piano di calpestio del proprio balcone, ciò nonostante Tizio ha recentemente lamentato infiltrazioni nella propria veranda.

 

In merito, significo quanto segue:

Premesso che il regolamento di condominio nulla prevede in relazione alla ripartizione delle spese per il rifacimento dei balconi,        pertanto, nel caso in esame occorre rifarsi alla normativa vigente con il supporto del costante orientamento della giurisprudenza.

 

Nella fattispecie de qua si tratta di balconi aggettanti, i quali costituendo un “prolungamento” della corrispondente unità immobiliare, appartengono in via esclusiva al proprietario di questa. (Cass. Sez. Civ. II sentenza n. 14576 del 30.7.2004 e n. 15913 del 17.7.2007).

 

Tuttavia la giurisprudenza ha suddiviso le spese di riparazione dei balconi, in quanto le parti esterne e gli elementi verticali, costituendo – indubbiamente – elemento caratteristico e principale motivo ornamentale della facciata, contribuiscono a formare il decoro architettonico dello stabile, per cui le spese vanno così suddivise:

- piano di calpestio a totale carico del condomino proprietario;

- cielino o sottobalcone, ringhiera e frontalino sono da considerare beni comuni, in quanto elementi che si inseriscono nella facciata e concorrono a costituire il decoro architettonico dell’immobile (Cass. Civ. Sez. II sentenza n. 2241 del 30.1.2008), per cui i relativi interventi e

conseguenti spese gravano sull’intera collettività dei condomini (Trib. Milano 14.10.1991 – Trib. Roma 24.11.2004)

potrebbe essere non addebitale al piano di calpestio bensì al frontalino e/o al cielino o sottobalcone e dunque di competenza del Condominio.

 

Al fine di sgombrare il campo da qualsiasi dubbio, occorre – a mio modesto avviso – determinare con l’ausilio di un tecnico la causa delle infiltrazioni lamentate da Tizio al fine di stabilire l’imputabilità della relativa spesa per l’eliminazione.

 

Correttamente l’assemblea dei condomini potrebbe dare incarico ad un tecnico di fiducia per l’individuazione della causa, salvo poi imputare, sulla base dei criteri sopra enunciati, la relativa spesa sia del tecnico sia dei lavori occorrenti per l’eliminazione della causa.


Avv. Maria Grazia Longhitano

Dott. Paolo Castellani

 

Commenti  

 
+3 #2 avv. maria grazia 2011-06-06 17:05
Non confonda la proprietà dei balconi con la suddivisione delle spese.
Nel parere distinguo la proprietà del balcone dalla suddivisione delle spese di riparazione dello stesso, in quanto costituendo parte integrante della facciata, le spese vengono suddivise come detto nel parere.
Citazione
 
 
0 #1 Dino 2011-06-06 07:22
Nella fattispecie de qua si tratta di balconi aggettanti, i quali costituendo un “prolungamento” della corrispondente unità immobiliare, appartengono in via esclusiva al proprietario di questa. (Cass. Sez. Civ. II sentenza n. 14576 del 30.7.2004 e n. 15913 del 17.7.2007).

Mi pare che non ci sia un legame logico tra l'elencare le sentenze della Corte di Cassazione sui balconi aggettanti (ne esistono anche altre tutte convergenti) e poi scrivere "Tuttavia la giurisprudenza ha suddiviso le spese...."
Dove?Quando? La sentenza "Cass. Civ. Sez. II sentenza n. 2241 del 30.1.2008)" è assolutamente correlabile alle due sopraelencate nel senso che va nella stessa direzione.Interpretare meglio.
I balconi aggettanti sono privati "in toto" a meno non siano presenti aspetti architettonici di particolare pregio(che non è la semplice tinteggiatura). Grazie mille
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

News Giuridiche

Contatore

Google Translate